Omaggio a Vincent Van Gogh

Omaggio a Vincent Van Gogh

Photo and context are Copyrighted : Gabriella* Copyright © All rights reserved/ All my photographs, my pictures, my graphics, my drawings, my paintings and material descriptions CAN NOT be REPRODUCER, copied, edited, published, transmitted or uploaded in WEBSITES or BLOGS in any way without my written permission
(Legge n. 633/41 protetta dal diritto d’autore.)


Olio su tela 30×50

Non è così il giardiniere contadino provenzale di Van gogh, perchè questa è una mia interpretazione sul suo stile, il quadro qua sopra fotografato è opera mia, e porta le data del 1998.
I pittori in genere hanno un loro pittore di cui amano lo stile.
Van gogh amava Jean-François Millet, anche a me piace, forse amo tutti gli impressionisti.
E non credo che avrei potuto perdere la mostra di Vincent.
Il giorno che è stata aperta, avevamo già appuntamento Gio ed io a Milano.
Quel giorno decidemmo di saltare il pranzo, in borsa avevo un pacchetto di crackers e una bottiglietta d’acqua.
Gio ebbe la stessa idea.
E’ emozionante scoprire che non avendo ostacoli di tempo,per le file ed altro quelle cose servirono a poco.
Praticamente salimmo i gradini del palazzo reale subito.
Entrammo subito.
E’ facile per noi dimenticare di mangiare…
L’entrata al palazzo ci dà sempre una sensazione che gratifica senza dubbio.
Vedere all’entrata al primo piano poche persone e che leggono veramente…
Nell’anticamera c’è un richiamo al film "La brama di vivere" con Kirk Douglas che interpretava il ruolo di Vincent, il film narra appunto della vita del pittore.
Ma ora lascerò che siate voi ad entrare, voi soli a calpestare la paglia del pavimento e constatare che le pareti sono coperte da juta, ed è tutto naturale.
Come ognuno per sè, Gio ed io abbiamo, in silenzio guardato, letto e pensato.
Vincent era figlio di un pastore protestante, avrebbe voluto fare il predicatore, vedeva il contadino come se fosse la trasposizione di Dio che ara, semina e raccoglie.
Dove la terra sporca le vesti le mani e con le mani si ciba dei frutti della terra. Il colore della terra e la naturale grezza maniera. Trarre dalla terra loro stessi.
Dentro di me è restata una piccola parte di ricchezza che il denaro non coprirà mai .
Nessuno mi ha disturbato, la voce della terra, il suono del colore, la storia e le lettere…
C’è qualcosa che sempre resterà.
Gabri

Posted by >Ġ∂ßℜἰ on 2014-10-18 10:00:00

more about Vincent Van Gogh